Turismo

L’Automobile Club d’Italia, in quanto Ente controllato dal MiBACT, collabora con molte istituzioni per la realizzazione e gestione di prodotti ufficiali del turismo italiano.

ACI ha affidato ad ACI Informatica il compito di sviluppare e manutenere i principali siti web di portata nazionale che oggi costituiscono per il cittadino turista, italiano o straniero, dei punti di servizio o di informazione: il Portale del turismo italiano, L’ONTIT (Osservatorio Nazionale del Turismo) e i siti web di informazione dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Con questo mandato, ACI Informatica conduce una costante attività di ricerca tecnologica applicabile a soluzioni spendibile in ambito turistico con l’obiettivo di portare valore aggiunto nella progettazione e nella realizzazione di servizi innovativi da destinare a tutti gli stakeholder della filiera turistica.

Il nostro data center ospita oggi questi prodotti garantendo le migliori prestazioni e i più elevati standard di sicurezza.

Il Portale del Turismo Italiano

Il sito web ufficiale di promozione turistica del nostro Paese vive nella nostra infrastruttura.

In occasione del suo restyling, nel 2010, fu affidato da ACI ad ACI Informatica il mandato di sviluppare ex novo una nuova versione del portale web per il Ministero competente rispettando dei macrorequisiti ritenuti fondamentali: qualità applicativa, scalabilità, sicurezza informatica. 

Oggi l’ENIT, ente di controllo del Portale e dei vari canali digitali di promozione turistica nazionale, è al lavoro per dare un nuovo indirizzo strategico ai prodotti turistici italiani. ACI Informatica rende disponibili le competenze maturate nel tempo, non ultime quelle sviluppate nell’ambito del progetto di Ricerca INMOTO, soprattutto focalizzate sulle nuove logiche di costruzione del dato turistico, attraverso l’estrazione e l’integrazione di dati provenienti da più fonti, per poter offrire soluzioni innovative in linea con i nuovi trend di interoperabilità e data integration a favore degli strumenti del turismo.

Viaggiare Sicuri e Dove Siamo nel Mondo

Già dai primi anni 2000, ACI mette a disposizione dell’Unità di Crisi della Farnesina le sue competenze sia in ambito turistico, (la centrale operativa di ACI diventa un canale telefonico di supporto turistico per l’informazione rispetto ai viaggi nei vari paesi del mondo),  che in ambito informatico. ACI Informatica ha realizzato il nuovo sito web www.viaggiaresicuri.it che diventa il punto di riferimento ufficiale sia per i turisti che per gli operatori del settore. Si consulta prima di un viaggio per conoscere le informazioni di tutti i paesi del mondo, conta oltre 200 schede paese, offre un servizio di notifiche per alert su richiesta rispetto a destinazioni particolari via email o sms su temi di sicurezza, mobilità (in collaborazione con ACI) e sanità all’estero.

Oggi Viaggiare Sicuri è ospitato nell’infrastruttura di ACI Informatica e regge ampi volumi di carico in termini di visite e pagine consultate.

L’Unità di Crisi inoltre si è dotata di un ulteriore strumento di comunicazione con i cittadini. In questo caso il portale “Dove Siamo nel Mondo”, gestisce le informazioni con un flusso inverso, cioè dal cittadino alla PA. Si tratta infatti di un portale che prevede la registrazione di un viaggio e delle eventuali tappe. ACI Informatica si è occupata di sviluppare questo prezioso strumento fondamentale per l’operatività della Farnesina in casi di criticità particolare in cui occorra identificare in maniera tempestiva i connazionali all’estero.

Altre iniziative, prototipi sperimentali e servizi a valore aggiunto

Il potenziale innovativo dei prodotti del settore turismo passa attraverso tecnologie in grado di migliorare l’informazione.

Puntando sull’ottimizzazione dei dati online ACI Informatica è impegnata nella continua ricerca di soluzioni che possano avere ricadute positive sull’intero ecosistema dei prodotti del turismo, creando benefici e valore aggiunto per l’intera filiera di attori che contribuiscono alla creazione, manutenzione e distribuzione del dato: l’utente finale, gli operatori del settore, le PPAA coinvolte nel sistema di creazione o di fruizione dei dati, i sistemi turistici stessi.

L’indirizzo possibile è “fare sistema” e instaurare le logiche di interoperabilità tra le varie banche dati turistiche o quelle con impatto trasversale sui vari applicativi, dalle app mobile ai portali turistici locali o ai siti web pubblici o privati possessori di informazioni culturali o di interesse turistico, con l’obiettivo di costruire valore intorno al dato: open, pubblico, arricchito, distribuito.

In quest’ottica sono nati prototipi sperimentali specifici quali l’app mobile Cicerone 2.0,  il cui vero valore è nella scalabilità con istanze territoriali utili a centralizzare dati georeferenziati a beneficio dell’intero ecosistema turistico nazionale, Contrade Ospitali per la costruzione di itinerari a tema, il progetto Signa Maris che propone itinerari turistici legati ai principali porti del Sud.