Il nostro modello di lavoro

Verso le esigenze di ACI, nel rispetto della qualità, puntando all'innovazione e al presidio dei servizi.

Come riuscire a valorizzare la capacità di innovazione del Paese o, nel piccolo, di una Pubblica Amministrazione?

In questi anni stiamo assistendo ad uno slancio decisivo che spinge soprattutto il contesto pubblico ad adottare un approccio innovativo nella costruzione e nell’evoluzione dei servizi al cittadino e ai vari operatori di settore.

Non solo. La definizione di un Codice per l’Amministrazione Digitale impone di osservare delle linee guida a cui attenersi e richiede a tutti un maggiore impegno nel cercare di concretizzare l’innovazione.

ACI Informatica affianca l’Automobile Club d’Italia in questo percorso di innovazione valorizzando i propri asset tecnologici. Si pone l’obiettivo di creare valore tramite servizi ICT funzionali per la mission di ACI sia per la sua anima pubblica, generando servizi realmente utili al cittadino e intervenendo per semplificare i processi a vantaggio di tutti gli utilizzatori, che come Club privato mantenendo un valido livello competitivo di offerta di servizi ai propri soci.

Settori di innovazione

La capacità di innovazione parte dalle idee ma passa attraverso il contesto ICT dove l’informatica rappresenta il mezzo che consente di attuare processi o modelli realmente innovativi, ma che soprattutto sviluppa i servizi.

Per ACI Informatica questo sta avvenendo certamente nelle aree “core business” di ACI:

  • nelle procedure e nei servizi del PRA attraverso i processi di digitalizzazione e dematerializzazione; 
  • nei processi di gestione a tutto tondo della tassa automobilistica, affidata ad ACI dalle Regioni e orchestrata oggi dal servizio PagoBollo; dove ci muoviamo nell’ottica dell’interoperabilità e dell’utilizzo integrato delle Banche Dati mettendo in piedi i protocolli necessari al dialogo con le altre PA e interfacciandoci con i sistemi centralizzati a livello nazionale di pagamento e identificazione del cittadino (pagoPA e SPID);
  • nei servizi al cittadino: nel contesto della mobilità, ambito questo in cui il potenziale delle nuove tecnologie si sposa bene con la domanda sempre crescente di soluzioni smart e applicazioni di utility reale e dove la competizione del mercato impone di essere realmente al passo con i tempi e di primeggiare tra i pionieri di soluzioni nuove, aggiornate, intelligenti.

A corredo di tutto vi è il “dietro le quinte” che in ambito ICT spesso è il palcoscenico vero e proprio. La vera innovazione non può prescindere dall’evoluzione delle infrastrutture tecnologiche, dei servizi infrastrutturali centrali e periferici e dei processi che garantiscono il funzionamento dei servizi, dal migliorare e innovare gli strumenti e le tecnologie legate all’assistenza sia B2B che B2C. 

Oggi, in questo contesto, ACI Informatica offre ad ACI argomenti come: 

  • adesione alle direttive di AgID e al CAD, con l’integrazione con SpiD e l’attivazione del Nodo dei pagamenti per le transazioni del bollo online;
  • moneta elettronica e metodi di pagamento innovativi applicabili trasversalmente ai vari servizi ACI, online e offline;
  • Open Data, Big data e Data Integration per consentire quel passo in avanti verso le sinergie necessarie a “fare sistema” e portare il vero valore aggiunto; 
  • conservazione elettronica a norma;  
  • dispositivi di localizzazione veicolare, imprescindibili per portare innovazione dei servizi nel settore automotive e della mobilità in generale; 
  • infrastruttura tecnologica e GreenIT, per la quale aver consolidato il vantaggio competitivo rappresenta la dimostrazione di un impegno costante.

ACI Informatica, inoltre, realizza, integra e gestisce tutti i sistemi necessari al funzionamento di ACI:

  • Sistema Amministrativo Contabile: a supporto della contabilità generale e analitica di ACI (che ha adottato nel 2011 la contabilità di tipo economico-patrimoniale), cespiti, tesoreria, ciclo passivo e attivo, magazzino. In particolare, l’interazione con gli istituti bancari è totalmente automatizzata sia per l’acquisizione dei dati di rendicontazione sia per le disposizioni SEPA di incasso e pagamento.
  • Fatturazione elettronica e integrazione PCC: totale automazione dei processi di generazione e invio delle fatture elettroniche verso le PPAA e di gestione degli eventuali scarti, automazione dei processi di acquisizione e smistamento per la contabilizzazione delle fatture in entrata e in uscita; integrazione automatica con la Piattaforma per la Certificazione dei Crediti (PCC).
  • Trasparenza: totale integrazione dei processi e dei sistemi con la sezione Amministrazione Trasparente del sito ACI, per garantire la corretta e tempestiva pubblicazione delle informazioni.
  • Gestione documentale: sistemi e processi per la corretta dematerializzazione dei documenti, dalla acquisizione e/o composizione, alla gestione operativa tramite workflow automatici e specifici per ciascuna tipologia di documento, alle funzionalità di ricerca e consultazione user-friendly,multi-canale e multi-device.
  • Protocollo Informatico: sistema completo e aderente alle norme per la ricezione e l’invio di corrispondenza e, soprattutto, canale privilegiato per l’avviamento di procedimenti amministrativi, perfettamente integrato anche con la PEC.
  • Conservazione elettronica a norma: ACI Informatica eroga i servizi di conservazione elettronica a norma per ACI. Gli aspetti organizzativi, di processo e tecnologici dell'erogazione del servizio sono descritti nel Manuale della Conservazione
  • Gestione delle risorse umane: ACI Informatica implementa e gestisce in totale autonomia il sistema di gestione delle risorse umane di ACI (dall’anagrafica al contratto di lavoro, dalla rilevazione presenze al cedolino, dalle dichiarazioni contributive e fiscali al supporto per compilazione 730, dalla gestione dei benefici assistenziali alla formazione, dalla gestione al monitoraggio degli obiettivi conseguiti dai team di lavoro) e fornisce servizi professionali specialistici a supporto della Direzione Risorse Umane di ACI.

Alla base dei sistemi e servizi erogati ci sono le più importanti, moderne e affermate tecnologie e prodotti nel settore IT, ad esempio SAP, adottati e implementati da ACI Informatica in totale autonomia grazie al particolare mix di competenze di cui dispone come system integrator e principale player ICT nella PA.

Orientamento al cliente e modello di lavoro

ACI Informatica non ha solo il compito di garantire ad ACI quella giusta componente tecnologica necessaria per realizzare e distribuire servizi innovativi.

Occorre orientare l’evoluzione tecnologica verso le giuste esigenze del cliente, rispettando gli standard di qualità e di efficienza dei servizi, attraverso un buon modello di governance e di lavoro.

Come società che opera a beneficio di tutta la realtà ACI (ACI centrale, Rete territoriale e Società del gruppo) ACI Informatica negli anni si è strutturata in prima linea per interessarsi del cliente ACI secondo un approccio “Demand-Driven”, volto a raccogliere per ogni Direzione Centrale le esigenze, agire nella pianificazione della domanda e nel monitoraggio del delivery. 

Il presidio della Rete territoriale (gli Automobile Club e le Delegazioni ACI), intesa come estensione operativa di ACI, vede ACI Informatica impegnata nella gestione delle relazioni sia commerciali che operative attraverso la figura di un “Account Unico” introdotto al fine di veicolare e monitorare le esigenze.

Questo consente ad ACI Informatica di indirizzare verso la produzione richieste fedeli alle esigenze originali, consegnandole alle Factory, cioè i settori operativi nella realizzazione dei servizi e nello sviluppo del SW che interagiscono con i vari livelli infrastrutturali. Premette inoltre di monitorare costantemente lo stato del delivery e di intercettare a ciclo continuo le aree di miglioramento.

Questo modello organizzativo, che segmenta i processi di produzione e agisce nella responsabilizzazione condivisa, ha un grande punto di forza: un cuore operativo fatto di specializzazioni tecnologiche di alto livello.

Professionisti dediti a dare il migliore contributo nei vari settori di intervento facendo leva su competenze arricchite nel tempo dall’aggiornamento continuo, diventano la vera garanzia di elevati standard di qualità.

Nel 2018 il modello organizzativo aziendale è stato oggetto di riflessione con l'obiettivo di migliorare la qualità del servizio erogato nonché la capacità di rispondente alle necessità di ACI attraverso un utilizzo sempre più efficiente ed efficace delle risorse. Viene confermato l'approccio Demand Driven e si sottolinea la centralità del servizi (Service Oriented) attraverso l’introduzione della figura del Service Manager come "accountable" dell'intera catena delle attività necessarie alla erogazione di un servizio, svolte da più fabbriche specializzate nei vari aspetti tecnici che concorrono all'erogazione del servizio stesso".

La nostra scommessa è di rendere sempre più efficienti gli sforzi innovativi richiesti da ACI e dal mercato orientandoli nella giusta direzione, presidiando i servizi End2End e la soddisfazione dell’utente finale.

Un pilastro importante è il modello di Governance che punta al costante monitoraggio dei processi, della qualità, dell'efficienza.

Questo tassello trasversale nell'assetto organizzativo di ACI Informatica è determinante per assicurare il continuo miglioramento dei processi aziendali e garantire il mantenimento delle certificazioni di qualità.

Il sistema di Governance interno è fortemente orientato ai principi ITIL e alle norme definite in ambito ISO 20000.

Il nuovo modello di lavoro agisce nei processi di Service Support e Service Delivery intervenendo a garantire il corretto funzionamento dei servizi End2End e l’implementazione ed erogazione dei componenti di servizio o prodotti, fedeli alla demand iniziale.

Il ruolo del Demand Manager nei processi di raccolta delle esigenze e la stretta collaborazione con il Service Manager, attento al presidio dei requisiti del servizio, garantiscono il delivery nei tempi concordati e impostano una collaborazione operativa interdirezionale. 

Il ruolo dell’assistenza, B2B e B2C, diventa cruciale e strategica nel sostegno alla corretta erogazione del servizio E2E. I processi di Service Support vengono codificati al fine di essere eseguiti al meglio e garantire livelli di servizio performanti e puntare sulla soddisfazione dell’utente finale.

In questo ambito si è attivato un percorso di certificazione ITIL per il personale attivo nella gestione dei servizi e dell’assistenza.

Le Certificazioni di ACI Informatica

Certificazione e conformità ai requisiti della normativa per i sistemi di gestione della qualità ISO 9001

Certificazione PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standards) per la gestione dei pagamenti effettuati attraverso carta di credito. 

Come Registrar può gestire i domini .it in proprio o per conto dei suoi clienti.

In qualità di Local Internet Registry (LIR), gestisce di blocchi di indirizzi IP pubblici assegnati da un Regional Internet Registry (RIR), e può assegnare parte di questi IP ai propri clienti.

Certificazione ITIL Foundation per parte del personale che opera nell'ambito dell'IT Service Management come responsabili od operatori in attività quali creazione, progettazione, implementazione, erogazione di servizi IT in ambiti complessi.

Iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione (ROC) per le imprese fornitrici di servizi telematici e di telecomunicazioni, al n° 14674. ACI Informatica S.p.A. possiede le autorizzazioni amministrative, ex art. 25 del D. Lgs. 259/2003 ‘Codice delle Comunicazioni Elettroniche’, per la fornitura diretta di servizi, che vanno dalla connettività internet ai servizi di videoconferenza.